Zytglogge (Torre dell’Orologio)

Le strade, i vicoli e gli edifici caratteristici di Berna raccontano storie entusiasmanti e fanno da cornice, nella bassa città vecchia, a uno dei simboli più famosi della città: la Zytglogge (Torre dell’Orologio). Una tempo porta della città, la torre dell’orologio attira visitatori da tutto il mondo.

All’approssimarsi dello scoccare di ogni ora, una folla numerosa si accalca davanti alla Zytglogge (Torre dell’Orologio) per assistere a uno spettacolo d’effetto unico che puntuale si ripete nella città vecchia di Berna. L’animazione delle figure meccaniche con la processione degli orsi, il giullare, il gallo dorato e Crono, Dio del tempo, è l’attrazione più suggestiva per grandi e piccini da ogni dove.

All’interno della torre, tuttavia, il tempo sembra essersi completamente fermato: la meccanica medievale, spessi muri in pietra e travi di legno massiccio accompagnano i visitatori in un viaggio nel passato. 

Chi sale i 130 gradini all’interno dell’edificio sarà premiato con una vista mozzafiato sul patrimonio mondiale dell’UNESCO, con i suoi tetti, terrazze e vicoli. Con una buona visibilità, il panorama si estende fino alle cime dell’Oberland bernese.

  • Informazioni
    Frequenza tutto l’anno*
    Durata 50 minuti
    Inizio ore 14:30
    Prezzi individuali adulti CHF 20.00
    bambini (6-16 anni) CHF 10.00
    AVS/studenti CHF 18.00
    Prezzi per gruppi CHF 250.00 per gruppo
    Lingue DE / FR / EN**
    Punto d’incontro Zytglogge (Torre dell’Orologio), lato Kramgasse
    Note max. 20 persone per gruppo (per visite guidate pubbliche e private)***

    *Frequenza: dal 1° aprile al 31 ottobre tutti i giorni, dal 1° novembre al 31 marzo tutti i sabati, dal 26 dicembre al 31 dicembre tutti i giorni. Le visite guidate per persone singole o gruppi privati (max. 20 persone per guida) possono essere prenotate in qualsiasi momento. Vendita e informazioni al numero +41 31 328 12 12 oppure all’indirizzo citytours@bern.com.

    **Le visite guidate private possono svolgersi anche in altre lingue (DE / EN / FR / IT / ES / RU / KR / CN / JP).

    ***Essendo i gruppi a numero chiuso e per l’organizzazione linguistica, si consiglia di prenotare in anticipo: tel. +41 31 328 12 12, email: citytours@bern.com oppure è possibile prenotare online.

Dalle prigioni agli incendi in città agli orologi astronomici.

L'orologio con calendario astronomico dell'anno 1530
  • Fact

    Torre di difesa, prigione, stazione di osservazione e segnalazione nonché torre dell’orologio: nel corso del tempo, il monumento ha svolto diverse funzioni per la città e rappresenta tutt’oggi un importante emblema di Berna.

Con la costante crescita della città e il conseguente ampliamento dei suoi confini, la torre difensiva acquisì man mano una posizione sempre più centrale. In seguito a un devastante incendio nel 1405, l’edificio fu ricostruito e assunse immediatamente la nuova funzione di Zytglogge, ossia torre dell’Orologio, che scandiva le ore per i bernesi. Come principale orologio cittadino, la sua posizione non avrebbe potuto essere più centrale, e da quel momento i suoi rintocchi regolavano la vita degli abitanti di Berna.

Anche per altri aspetti, questa torre era l’edificio più importante della città federale: ad esempio, dalla Zytglogge (Torre dell’Orologio) venivano calcolate le ore di cammino indicate sulle pietre orarie poste lungo le strade cantonali. Anche le unità di misura Elle (cubiti) e Klafter (tese) – ancor oggi incise sul varco della porta – servivano come valore indicativo e per il controllo pubblico.

La torre è particolarmente famosa per il suo astrolabio – uno strumento di misurazione astronomica – e per il carillon del 1530.

All’approssimarsi del rintocco dell’ora, il canto del gallo annuncia la meravigliosa animazione delle figure meccaniche: la processione degli orsi inizia a girare, il giullare si prende la libertà di annunciare l’ora in anticipo, dalla torre suonano i quarti d’ora e Crono, il Dio del tempo, gira la sua clessidra. La figura dorata di Hans von Thann scandisce il tempo a colpi di martello, naturalmente sincronizzato con Crono che solleva il suo scettro al momento del rintocco.

Un po’ più lente, ma altrettanto precise sono le lancette dell’astrolabio: gli artistici dischi dell’orologio astronomico dominano il varco della porta dello Zytglogge (Torre dell’Orologio). Le sfere, in parte fisse e in parte rotanti, sono l’esatta riproduzione della volta celeste con la terra al centro. Il sole, la luna e le stelle girano intorno al nostro pianeta, descrivendo le orbite che vediamo dalla Terra.

La complessa rappresentazione dell’emisfero nord mostra sempre il segno zodiacale attuale, le fasi lunari, l’ora dell’alba e del tramonto nonché la data. Al di sopra dell’astrolabio, affreschi delle cinque divinità planetarie della mitologia romana adornano la torre.

Simile