Brunch al Lehrerzimmer

Un foglio di carta, una matita appuntita, delle crocette qua e là... Al Lehrerzimmer (in italiano: sala insegnanti) i clienti compongono da sé il loro brunch e senza fare la fila al buffet.

Il Lehrerzimmer, con le su alte finestre ad arco e gli scaffali colmi di libri, ogni domenica a partire dalle ore 10:00 del mattino propone una «colazione puzzle». Invece della carta del menù, gli avventori si vedono consegnare un modulo di ordinazione, su cui possono spuntare a piacimento gli alimenti con cui desiderano comporre il loro piatto della colazione.

E come ogni puzzle che rispetti, ogni tanto presenta anche delle belle sfide. Scelgo solo croissant, burro e marmellata o piuttosto uova strapazzate? E se sì, quali? Sono proposte infatti cinque varianti di piatti a base di uova. E tra gli ingredienti classici della prima colazione ci sono prelibatezze come le tapenade di formaggio cremoso fatte in casa o la mousse di salmone con rafano. Anche il chutney e «l’insalata di verdure», anch’esse fatte in casa, vengono reinventate a seconda della stagione.

In questo locale, ogni domenica gli amanti del brunch possono comporre il proprio menù individualmente senza doversi scomodare. Ed è logico, perché il settimo giorno della settimana è noto come il giorno del riposo.

Simile