Il Castello di Jegenstorf – Museo della cultura abitativa

Museo della cultura abitativa

Negli interni sontuosamente arredati si possono ammirare oggetti d'arredamento provenienti da case borghesi e patrizie della zona della città vecchia e della Repubblica di Berna.

I preziosi mobili in legno provenienti dalle botteghe degli artigiani ebanisti  di Funk, Äbersold e Hopfengärtner nonché quadri, orologi e stufe di maiolica del periodo compreso tra il XVII ed il XIX secolo costituiscono il fulcro dell'esposizione.

Il Castello di Jegenstorf, un tempo una fortezza medievale cinta da un fossato, fu trasformato nel 1720 da Albrecht Friedrich von Erlach in un'elegante residenza di campagna barocca. Nel 1936 è stato aperto al pubblico e da allora ospita il museo.

Le tre esposizioni permanenti dedicate a Rudolf von Tavel (1866–1934), scrittore dialettale bernese, a Philipp Emanuel von Fellenberg (1771–1844), pedagogista ed economista, nonché alla Società economica di Berna (dal 1759) pongono accenti complementari.

Il parco è l'ambiente ideale per tranquille passeggiate e relax tutto il giorno e tutto l'anno. Gli alberi da frutto nell'arboretum barocco producono un delizioso spumante di mela.

Esposizioni straordinarie e manifestazioni pubbliche, quali visite guidate e conferenze, focalizzano l'attenzione sui temi selezionati.

Orario di apertura

Martedì - sabato
ore 13:30–17:30

Domenica
ore 11:00 – 17:30

Lunedì di Pentecoste aperto.
Da metà ottobre a metà maggio chiuso.
Tragitto
dalla stazione di Berna S-Bahn Linea 8 fino a "Jegenstorf", da lì raggiungibile a piedi in ca. 6 minuti.
Adulti CHF 7.–
Gruppi / Pensionati CHF 5.–
Bambini e ragazzi fino a 16 anni CHF 1.–